Selezionato da Sandra Phillips

Zanele Muholi è una fotografa coraggiosa e onesta. Definirla solo fotografa non è del tutto esatto, però, perché è anche attivista. Le sue fotografie andrebbero guardate come parte del suo attivismo, a ricordarci
che quando sentiamo parlare delle donne uccise in Sudafrica per le loro preferenze sessuali, sono proprio loro che intende. Qualcuna di quelle che ha fotografato non è più viva, qualcuna è stata mutilata. I ritratti della serie Faces e Phases sono testimonianze dirette
di lesbiche e transgender, perlopiù nel Sudafrica dove Muholi è nata. Li immortala così come le si presentano, con onestà e schiettezza, senza essere giudicante se non per rammentarci la loro semplice umanità. I soggetti di queste fotografie sono persone come noi e si meritano il rispetto degli altri fratelli e sorelle, ovunque siano. Sono fotografie che fanno onore ai loro soggetti.

ENGLISH
Selected by Sandra Phillips

Zanele Muholi is a brave and honest photographer. To call her only a photographer is not entirely accurate, however, because she is also an activist. Her photographs should be seen as part of her activism,
 as reminders that when we hear about the murder of women in South Africa because of their sexual preference, it is these people that she means. The portraits she has made in her series, Faces and Phases are direct records of Lesbian and Transgender people, mostly in her native South Africa. She photographs them as they present themselves to her, with honesty and directness, without any judgment, except, perhaps, to remind us of their simple humanity. The people we see in these pictures are like all of us, and command the respect of our other sisters and brothers, wherever they might be. These pictures honor their subjects.