LAB laboratorio irregolare di Antonio Biasiucci
Ilaria Abbiento, Fulvio Ambrosio, Chiara Arturo, Giuliana Calomino, Cristina Cusani, Assunta D’Urzo, Luigi Grassi, Claudia Mozzillo

A cura di
 Antonio Biasiucci, Antonello Scotti
Allestimento
 di Giovanni Francesco Frascino

LAB nasce dall’incontro tra Biasiucci e 8 giovani fotografi. Per circa due anni nel suo studio napoletano l’artista ha seguito i ragazzi nel loro percorso artistico, guidandoli nella produzione di un progetto di ricerca personale. “LAB è il tentativo di scoprire cosa è importante; aiuta a distinguere il fondamentale dall’effimero, ad acquisire una metodologia che è funzionale a realizzare una fotografia che non mente, una fotografia di se stessi”. Da questa esperienza nasce l’installazione Epifanie; essa si svela nell’intima azione dello sfogliare e dell’osservare dei visitatori intorno al tavolo.

ENGLISH

LAB laboratorio irregolare di Antonio Biasiucci
Ilaria Abbiento, Fulvio Ambrosio, Chiara Arturo, Giuliana Calomino, Cristina Cusani, Assunta D’Urzo, Luigi Grassi, Claudia Mozzillo

Curated by Antonio Biasiucci, Antonello Scotti
Installation Giovanni Francesco Frascino

LAB is a result of the meeting between Biasiucci and 8 young photographers. For around two years in his studio in Naples the artist has followed these young photographers in their
artistic career, guiding them in the production of
a personal research project. “LAB is the attempt to discover what is important; it helps to distinguish the fundamental from the ephemeral, to acquire a method which serves to create a photo which doesn’t lie, a photo of ourselves”. This experience has led to the installation Epifanie and is revealed in the private activity of scrutinising and observing visitors around the table.